HomeFitnessIn Italia il mondiale di softball. Malagò: «Auspico questi sport in pianta...

In Italia il mondiale di softball. Malagò: «Auspico questi sport in pianta stabile alle Olimpiadi»

Date:

Related stories

spot_imgspot_img

Presentata nell’ambito degli Internazionali d’Italia la fase finale della XVII edizione della Coppa del mondo di softball che si disputerà in Italia, a Castions di Strada, in Friuli Venezia Giulia, dal 15 al 20 luglio. E’ la prima volta che l’evento si tiene nel nostro Paese «e mai avrei immaginato, quando ho iniziato a muovere i primi passi da dirigente in questa disciplina – ha detto il presidente della federazione, Andrea Marcon – che un giorno si potesse arrivare a tanto». La parola d’ordine nel corso della conferenza stampa è stata «sinergia», quella tra Federazione, Regione Friuli, sponsor dell’evento.

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha ricordato di essere «un appassionato di queste discipline», riferendosi anche al baseball, e di essere rimasto perplesso quando Marcon gli aveva parlato della possibilità di ospitare la manifestazione «gli ho chiesto se fosse sicuro che ce l’assegnavano, è accaduto ed è una vittoria sua, della federazione, ma anche della capacità che dimostriamo di sapere organizzare a livello multidisciplinare grandi eventi».

L’Italia è prima nel ranking europeo e sesta in quello mondiale del softball «migliorare non sarà semplice – ha detto Malagò – abbiamo disputato le Olimpiadi a Tokyo, a Parigi non ci sarà, ci rivediamo a Los Angeles 2028 e auspico che da lì il baseball e il softball tornino in pianta stabile nel programma olimpico».

Era stato Marcon, poco prima, a sottolineare come in Italia i numeri non siano da grande disciplina «ma voglio ricordare che i quarti di finale tra Giappone e la nostra nazionale al mondiale è stato l’evento sportivo più seguito, con 58 milioni di telespettatori solo in Giappone, noi guardiamo al mondo statunitense e a quello asiatico per lo sviluppo del nostro movimento».

Ha poi aggiunto «confido che ci rivedremo per  parlare di campionati mondiali baseball nel nostro Paese».

Presenti alla conferenza anche la capitana azzurra, Giulia Longhi e il manager Federico Pizzolini che insieme al presidente federale e a quello del Coni hanno svelato la Coppa del mondo che sarà assegnata alla squadra vincitrice.

L’Italia esordirà il 15 luglio con la Cina e affronterà nel suo girone anche Canada e Stati Uniti, non parte favorita ma ha sempre dimostrato a livello internazionale di poter dire la sua. Nell’altro girone Australia, Giappone, Olanda e Portorico. Un calendario molto intenso, con la finale in programma il 20 luglio. La Coppa, intanto, domenica sarà allo stadio “Friuli” prima di Udinese-Empoli, sarà ospitata al Giro d’Italia e il 29 maggio all’inaugurazione della nuova sede della fondazione Milano-Cortina.

LA SFIDA

«Faremo di tutto per fare risultato», è stata la promessa della capitana Giulia Longhi. Il manager Pizzolini, invece, ha parlato di «preparazione avviata, vogliamo arrivare al massimo all’evento, come dico sempre alle ragazze  non dobbiamo vedere chi sono i nostri avversari ma giocarcela con tutti» 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Never miss a story with notifications

- Gain full access to our premium content

- Browse free from up to 5 devices at once

Latest stories

spot_img